La pesca delle papere 2

 

Si vede che c’era una congiuntura astrale, un trigono un bivio stellare, un’inversione ad U delle stelle. Oppure era semplicemente la mia scollatura. Senza scomodare lo zodiaco e gli dei direi che era proprio quella, la scollatura, che modestamente, fa ancora la sua porca figura. Fatto sta che la pesca delle papere è continuata, lo stesso fato di pochi minuti prima (ancora irridente? Sempre più avverso?) fa in modo che mi si agganci alle calcagna un tipo e che non mi molli più. Prova un paio di volte ad attirare la mia attenzione, non ci riesce, ma non per questo si scoraggia. Mi gira intorno, cerca un argomento di conversazione, ora serio – tu che fai nella vita? – ora faceto – cedimi la carta del mercante in fiera. Ora posso anche apprezzare lo spirito d’iniziativa che è da molto che negli uomini non lo trovo più, però, come dire? Mi è sembrato proprio un po’ spentino un po’ moscio, niente affatto interessante. Sarà colpa mia, sarà colpa sua tant’è, va così, potevamo semplicemente non rivederci mai più con mutua soddisfazione. Invece codesto giovane si è perfino procurato il mio numero e già stamattina mi ha chiamato! Mi invita ad un qualcosa per domani sera! Ma porca padella e adesso, mi tocca fare cosa? Che noia!

 

Annunci