Se

Stasera tornavo a casa.
Uno splendido tramonto. L’aria azzurra. Piccole strisce bianche di nuvole si tingevano di un tenue rosa. La collina di Posillipo  che sembrava ritagliata dallo sfondo si stendeva, pigra, davanti a me.
Per un momento ho provato piacere.
Ho pensato: se non fossi stanca;
se fossi in compagnia;
se non avessi lavorato come un asinello tutto il giorno;
se domani non dovessi ricominciare daccapo;
se non ci fosse traffico;
se non ci fossero tutti questo motorini che mi sfrecciano da tutti i lati tagliandomi la strada;
se le strade fossero tranquille e poco frequentate;
se i pochi frequentatori delle strade fossero educati e silenziosi;
si potrebbe proseguire, percorrere le curve morbide e sinuose della collina, seguire la strada come viene, arrivare al limite della punta, a Capo Posillipo; si potrebbe fermarsi, togliersi di dosso il peso della giornata, della giacca troppo pesante, della borsa da postino piena di scartoffie che mi porto dietro non so più da quanto tempo e si potrebbe respirare l’aria delicatamente azzurra.
Si potrebbe sorridere dal di dentro.
Si potrebbe vivere un po’.
Se questa fosse una città normale, sarebbe il paradiso.
Se io fossi giusto un po’ più di buon umore sarebbe tutto più facile.

 
















Annunci