Ally

L’ho già confessato pubblicamente su queste pagine.
Sono una appassionata seguace di Ally McBeal.
E ieri sera, su Italia 1, è andata in onda l’ultima puntata dell’ultima serie.
Per vederla ho gravemente nuociuto alla stabilità del mio sistema nervoso primario, che si fonda su un preciso numero di minuti di sonno, mi basta saltarne anche uno solo, et voilà, sono finita.
Ma ieri sera sono addirittura andata a dormire all’una di notte per Ally.
Non potevo perdermela.
E adesso è ora di un’altra confessione.
Sì.
Ho pianto come una fontana.
Quest’ultima serie non mi era piaciuta molto, nessuno era più in sé. La stessa Ally era diventata un po’ una rompiscatole, un po’ forzata.
E poi dopo Robert Downey Jr che interpretava Larry, nessuno sarebbe mai stato in grado di sostituirlo degnamente nel cuore di Ally, figuriamoci nel mio!
Ma ieri sera tutto è tornato come prima.
La puntata era una sorta di addio, Ally decide di trasferirsi a New York e saluta i cari amici, al bar, mentre si festeggia il matrimonio di Richard.
Perfino Billy è apparso, sotto forma di fantasma.
Anche io in questi giorni mi sento come se stessi dicendo una specie di addio a qualcosa, anche se non ho capito esattamente a che cosa, così l’addio di Ally, mi ha colpito proprio in pieno.
Insomma tutto questo per dire che un po’ mi mancherà.

Annunci