Ricapitolando

Il solito attacco d’ansia l’ultimo giorno utile per fare i regali.
Gli struffoli preparati il 23 pomeriggio.
La famiglia riunita.
Il solito stress che la famiglia riunita provoca.
Spaghetti con le vongole per la vigilia.
I regali da scartare.
I dolci di Natale: la pasta reale, la pasta di mandorle, la cassata.
I sorrisi.
Ancora cibo.
Ancora un pranzo.
Un cinema mancato a causa delle folle organizzazione di un’amica un po’ sciroccata, (ma comunque simpatica).
Che altro dire, se non, un terzo giorno di cibo.
E, per chiudere davvero in bellezza, ieri, 27 dicembre, quando ormai tutto sembrava volto finalmente al termine, quando la famiglia finiva per sciogliersi nuovamentefino a data da destinarsi, ecco, il colpo di grazia: un matrimonio!
Sotto uno dei più memorabili diluvi che la città sia in grado di ricordare.
Ma tutto sommato è stato bello e divertente, c’erano gli amici più cari.

Queste in sintesi le mie feste natalizie.
Tra l’altro stamattina mi sono pesata…

Annunci