E catena sia!

Amabilmente coinvolta nella catena da ironicosclero vi rendo partecipi di cinque delle mie strane abitudini.
Allora, vediamo…mumble…mumble…

 
1. Ho un blog! Più strano di così!

2. Ogni anno compro un’agenda, alla quale tengo morbosamente, sulla quale, ogni giorno, ma proprio ogni giorno, scrivo tutto quello che mi è capitato, che ho fatto, che ho pensato e provato. Non è proprio un diario. Lo faccio per rosicchiare un pezzetto di tempo perchè non passi senza lasciare tracce apparenti;

3. Quando vado al lavoro la mattina, compio i gesti che mi occorrono per lavarmi vestirmi e truccarmi, sempre nella stessa sequenza, come se fosse un rito, guai se mi sbaglio, comincio male la giornata;

4. Ho una fissazione per i pupazzetti morbidi, ne posseggo un’infinità, ma quando ne vedo uno nuovo e tenero e preferibilmente peloso in un negozio quasi mai riesco a non comprarlo;

5. Ne tengo uno, un bruco con il cappuccio, nella tasca del cappotto, lo accarezzo con il pollice quando metto le mani in tasca, che è il mio modo preferito di tenere le mani quando sono fuori casa.

Meno male che sono finite, altrimenti ci rientrava anche l’amicizia con ironicosclero.
A questo punto non mi resterebbe che passare il testimone.
Ma le catene sono fatte per spezzettarsi.


 

Annunci