La primavera…

Si sa che la primavera risveglia i sensi.
O almeno questo è quello che mi sento ripetere ogni anno dagli uomini che mi circolano intorno.
Qualcosa di vero ci deve pur essere se, tutto ad un tratto appaiono intorno a me una serie di strani personaggi che l’inverno sembrava aver inghiottito.
Dopo un troglodita che ho soprannominato mr. savoire faire, ecco che si impone alla mia attenzione un esserino che conobbi mesi fa.
Mi incrocia e sostiene fieramente che noi due abbiamo un caffè in sospeso.
Mica mi pare di avere certe sospensioni in atto, tuttavia decido di assecondarlo e prendiamo un caffè di una decina di minuti di chiacchiere.
Nel corso del sorseggiamento costui, a cui riconosco una certa prontezza di riflessi ed una ottima dose di faccia tosta, mi dice di essere sposato, e soprattutto si informa di me, di come vivo, ma attenzione, se per caso vivessi sola oppure no.
Il gentiluomo, amante del caffè, tra una battuta birichina ed un’altra, sondava il terreno. Infatti aveva tutta l’intenzione di trovare un altro tipo di intrattenimento, che richiedeva però il fondamentale requisito di un appartamento, essendo quello che occupa lui contemporaneamente occupato anche dalla sua amata consorte.
Di omino birichino ne ho da poco incrociato un altro, che ha preso a corteggiarmi, a telefonarmi, a venire sotto casa mia a chiacchierare.
Avendo già espletato tutte le fasi del presunto corteggiamento, un pomeriggio mi fa: vieni a casa dei miei, che sono fuori per il fine settimana?
Avete indovinato?
Infatti, è sposato anche lui!!
Ah questa primavera…speriamo finisca presto, gli effetti hanno già fatto in modo da irritarmi abbastanza!

Annunci