Badilate
 
Ieri, a mezzogiorno, ho visto, in una trasmissione televisiva della domenica, l’oroscopo della settimana.
In realtà è un gioco che si tiene fra me e mia madre, la domenica: lei segue con attenzione l’oroscopo, poi viene a riferirmi gli sviluppi positivi o negativi.
In genere cerca di tralasciare quelli negativi.
Così ieri mi son detta, lo guardo anche io, e in buona predisposizione d’animo, mi sono accomodata sul divano, affianco alla genitrice.
Cosa scopro?
Che ho un transito negativo di un cospicuo numero di pianeti a scelta.
Già mi sembra di vederli sfilare sotto la mia finestra, come dei COBAS inferociti, sventolando bandiere, cantando slogan, chiedendo un giusto aumento dei salari, che con queste orbite signora mia, non arriviamo più a fine mese!
Passano sotto la mia metaforica finestra, vocianti, Giove, Saturno, Mercurio, e tutti quelli, pianeti, satelliti minori e stelline da varietà, che si uniscono alla manifestazione senza un vero intento di solidarietà o di ribellione, ma solo per avere un po’ di visibilità nel mio quadro astrale, i ben noti quindici minuti di celebrità.
Comunque sia, chiunque sia, transitano.
Li sento tutti.
Con i loro piedini piccoli, da pianeti caduti sulla terra.
L’omino dell’oroscopo a questo punto mi dà un consiglio (proprio a me lo dà, lo capisco dal luccichio nei suoi occhi, mi guarda suadente e mi dà un consiglio in tono confidenziale) mi dice: devi tenere duro e soprattutto non attaccare briga con nessuno per motivi futili.
Ah, no? Non devo attaccar briga?
Ma come!
Ed io che avevo appena inaugurato il nuovo corso della mia vita: “Badilate” lo avevo intitolato.
Proprio nel senso letterale di colpi di badile.
Avevo appunto deciso, dopo aver attaccato briga qualche giorno fa con un cretino ed esserne uscita fiera vincitrice, avevo deciso dunque, che per me è finito il momento di abbozzare, di mediare, di essere dolce, è finito il momento del pacifismo a tutti i costi; è venuto il momento invece di essere feroce e ma giusta, spietata ma esauriente.
E che cosa mi dice l’omino, con lo sguardo marpione, rivolgendosi proprio a me poiché evidentemente cosciente della mia inedita predisposizione d’animo?
Di stare calma!
Che dire, al limite inizio con le mie badilate la prossima settimana, va!
 
Annunci