Tom Waits

Mi sento un po’ malinconica.
Niente di brutto però.
Più una specie di languore, più qualcosa di simile alla nostalgia.
Nostalgia di qualcosa che magari non c’è nemmeno mai stato.
La famosa nostalgia di un posto dove non sei mai stato.
Insomma una sensazione un po’ così.
Come quando sei per strada ed è buio, e alzi il naso e guardi nella finestra illuminata di una casa che non conosci.
Si prova un po’ quella sensazione di essere fuori da qualcosa di caldo e illuminato.
Un po’ così mi sento.
Ascolto "Downtown Train" di Tom Waits e mi fa sentire così.
Quella voce tutta ruvida, una voce abbandonata.
Non è brutto sentirsi così.  
So long.
Annunci