Sì, sono sempre qui.

E’ che mi trovo in un periodo un po’ frenetico, un po’ faticoso, un po’ confuso.

Ogni volta che mi viene una piccola ispirazione per un post, apro la pagina bianca di word, comicio a scrivere e mi sento scivolare le idee tra le dita.

Così cancello tutto e rimando al giorno dopo.

Ci sono stati momenti in cui il solo passeggiare per le strade della mia città, il solo osservare le persone, le cose, la luce, mi dava gioia e idee e voglia di scrivere.

Ma di questa mia città non rimane più niente.

Delle persone non rimane nulla.

Ho l’impressione forte che ognuno di noi si sia ritirato nella sua casa, nella sua tana, e che quando usciamo di casa cerchiamo di non vedere nulla e di tornare dentro il più alla svelta possibile, perchè è troppo, troppo quello che abbiamo dovuto vedere e sentire in questi mesi.

Se qualcosa rimarrà,  non lo so.

Per il momento anche io devo ritirarmi, ancor più di quanto abbia mai fatto prima, nel rifugio della mia fantasia.

E spero che mi riesca più facile.

E spero che mi riesca presto.

Annunci